Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra


 

Case in stile vittoriano a LondraCase in stile vittoriano a Londra

Architettura di Londra

Case in stile georgiano

Case in stile Vittoriano

Case in stile Eduardiano

I grandi architetti di Londra

Architettura moderna a Londra

 

 

 

 

 

Il regno della Regina Vittoria  (1837-1991) fu un periodo di grandi cambiamenti, Londra diventò sempre di più la capitale di un Impero di proporzioni vastissima sparso in tutto il mondo. La rivoluzione industriale portò alla produzione di beni di consumo di massa che erano ora a disposizione di fette maggiori della società La nuova e numerosa classe media che si form?in questo periodo cerc? di fare riflettere il suo nuovo, e faticosamente conquistato, status, attraverso le case di una certa importanza.

Le case vittoriane di Londra riprendono uno stile fatto di molti stili diversi. Molti infatti non si riferiscono tanto allo stile vittoriano, quanto al periodo vittoriano. Questo fu un periodo di riproduzioni e imitazioni di diversi stili che a volte si univano, dal gotico al rococo. Questo signific?ornamenti di vario genere esternamente e internamente alle case, carta da parati e tappeti (a cui seguirè la odiata/amata moquette), caminetti decorati, soffitti dipinti di rose nelle camere.

Si possono distinguere all'interno dello stile vittoriano le correnti:

Advertisement

Rivisitazione Gotica, (Gothic Revival), grandi ville che si rifacevano alle cattedrali gotiche del medioevo.

 

 

Stile Vittoriano con tendenze italiane (o Bracketed style) che and'per la maggiore negli Stati Uniti .

 

 

 

Stile Secondo Impero (Second Empire) o anche stile mansarda. Questi palazzi erano influenzati dallo stile parigo del periodo di Napoleone III.

Vittoriano di Campagna (folk Victorian), senza fronzoli ed economico per le masse.

Durante il periodo vittoriano, si assiste inoltre a una versione dello stile vittoriano chiamato Stile regina Anna (Queen Anne Style) o secondo periodo vittoriano. Esso si concentra negli anni che vanno dal 1860 al 1900 ma non possiede nessuna relazione con il precedente regno della regina Anna (1702-1714.  Si tratta della versione più elaborata del vittoriano. Esso si basa su principi di carattere classico con influenze di tipo olandese e fiammingo, caratterizzato da caratteri e dettagli intricati, finestre a panelli multipli, porticati, elementi di tipo giacobita o addirittura giapponese, e con forme asimmetriche e irregolari.

Lo sviluppo demografico (con un aumento di oltre 5 milioni di abitanti in meno di 70 anni) ed economico della Londra vittoriana, insieme alle conseguenze della Rivoluzione Industriale, portarono ad una notevole estensione urbanistica, tanto che oggi Londra grazie a questo e per colpa del Grande Incendio di Londra del 1666 conta più edifici in stile vittoriano che in qualsiasi altro stile.

A chi Non è ai capitato di ammirare il filare delle belle bianche case londinesi disposte a schiera lungo le vie collinari della capitale (i famosi crescent)? Senza dubbio ?questa la tipica architettura urbana e residenziale di Londra. Queste case hanno uno degli stili tipici di uno dei periodi di maggiore splendore per Londra e per l'impero britannico, lo stile vittoriano.

L'architettura vittoriana di tipo residenziale si distingue per possedere un tetto a tegole (in genere di ardesia) e le tipiche finestre a tre vetrate dalla mezza forma esagonale e con all'interno la scala laterale lunga e stretta.

Lo stile architettonico di questo periodo, in generale, ricorda il periodo neo-gotico e neo-classico e tra i grandi monumenti si citano in particolare la bellissima Royal Opera House di Covent Garden (1859) o la sede del Ministero degli Esteri di Whitehall (il Foreign Office), rispettivamente degli architetti E. Barry e Gilbert Scott (1873) e ancora la Chiesa di St Mary Abbots (1872) a Kensington sempre di Gilbert Scott o gli interni del Parliament House (1840-1870) di Augustus Welby Pugin e la cui architettura si deve tuttavia a Charles Barry, o ancora il Victoria and Albert Museum (1890) sempre a  Kensington, ad opera del Aston Webb.


Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

Advertisement

 

 

 

Copyright © Londraweb.com