Bloomsbury Londra

Londra UK  

Scrivici  Scrivici


Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra Canale Youtube di Londraweb.com


 

Sei qui   Visitare Londra  Attrazioni di Londra Quartieri di Londra

Bloomsbury Londra

Se siete appassionati di storia e di cultura, non potete non visitare il quartiere Bloomsbury a Londra. Storia, tradizione, cultura e arte sono tutte concentrate in questa graziosa area dagli edifici coloniali, dalle università di importanza internazionale e dai musei di imparagonabile valore. Il British Museum è il cuore di questo quartiere situato nel distretto di Camden. Grosso modo l'area va a formare una sorta di quadrilatero che da Euston arriva fino a Tottenham Court Road e da Holborn ritorna indietro attraversando St Pancreas e King's Cross.

Russell SquareI suoi più immediati vicini sono Covent Garden a sud, Camden Town e Regent's Park a nord. Londra è una città di grande cultura, un luogo dove tutto inizia e si sviluppa. Bloomsbury è il perfetto segnalibro degli avvenimenti storici che hanno fatto grande il Regno Unito nel mondo. Il quartiere nasce come area rurale, dedita all'allevamento di maiali. Nel X secolo un signorotto normanno a seguito di Guglielmo il Conquistatore di nome William de Blemond se ne impossessò, da lui oggi pare derivare il nome di Bloomsbury.

Russell SquareNel XIV secolo l'area passò sotto il dominio ecclesiastico attraverso i monaci dell'ordine Certosino. Con lo scisma anglicano e la dissoluzione dei monasteri da parte di Enrico VIII, la proprietà passò in mano alla nobiltà cittadina che diede via allo sviluppo urbano. Di particolare influenza fu in tal senso Thomas Wriothesley, 1º conte di Southmpton, statista e consigliere reale.

Le eleganti dimore che ancora oggi si ammirano, vennero edificate nel Settecento, con i duchi di Bedford, in particolare Francis Russell, a cui si deve lo sviluppo maggiore del quartiere. Commissionò all'architetto James Burton l'intera ristrutturazione dell'area e al giardiniere Humphrey Repton la creazione di Russell Square. Nella splendida piazza del quartiere si ammira ancora oggi la statua dedicata a Francis Russell ad opera di Richard Westmacott (uno dei maggiori scultori della storia inglese).

Russell SquareGli intellettuali dell'epoca incominciarono a sceglierla come consueto punto di ritrovo, Dickens rimane sicuramente il più celebre, come anche lo è Virginia Woolf e la sorella pittrice Vanessa Bell, che qui diedero vita la Bloomsbury Group, un piccolo circolo di intellettuali. Charles Darwin e più tardi il noto economista John Maynard Keynes furono anch'essi permanenti residenti. Bob Marley ci ha vissuto per circa 6 mesi nel 1972. La nascita del British Museum, nel 1759 nella Mantagu House, contribuì ad un richiamo più intenso di altri uomini di cultura. Ricordiamo Karl Marx, che dalla vicina Soho amava recarsi presso la Reading room del museo.

Bloomsbury LondraAncora oggi ad imponenti musei e grandi università, fanno ecco numerosi negozi di libri, in particolare quelli della Museum Street e della Charing Cross Road, giù verso Trafalgar Square. Quasi tutte le università di Londra si concentrano nel quartiere di Bloomsbury: SOAS (School of Orientale and African Studies) la più prestigiosa università per gli studi asiatici al mondo, Birbeck College, UCL (University College London), Royal Accademy of Dramatic Art, School of Advanced Study, London School of Hygiene and Tropical Medicine, solo per citarne alcune.

Sul bel viale di Malet Street è situato il celebre e imponente edificio amministrativo della University of London, il Senate House (a cui si è ispirato George Orwell per 1984); al suo interno, è situata una delle più antiche e illustri biblioteche del mondo, la Senate House Library.

Le belle piazze di Russell Square, Bloomsbury Square e Bedford Square, sono circondate da edifici in stile georgiano, molti dei quali custodiscono reperti dal valore inestimabile. Il British Museum è sicuramente uno dei luoghi di cultura principali di Londra e del mondo; antico e imponente è oggi arricchito dall'architettura post moderna di Norman Foster, l'architetto inglese di fama mondiale.

Il Foundling Museum è un altro edificio di grande interesse, al suo interno si ammira la collezione d'arte del Foundling Hospital (pare il primo istituto caritatevole del mondo) e si apprende la storia di artisti come Hogarth, del compositore Handel e del suo fondatore il celebre Capitano Coram. Nella Picture Gallery, inoltre, è possibile visitare dipinti di celebri artisti come Reynolds, Wilson e Hudson, nonché i manoscritti di Handel che qui compose il suo Messiah.

Al numero 48 di Doughty Street, nella parte occidentale di Bloomsbury, è situato il Museo di Dickens, una semplice abitazione dove il celebre scrittore abitò dal 1837 per circa tre anni. Qui egli compose Oliver Twist e altri famosi scritti, oggi raccolti e conservati nella casa-museo, insieme ad altri oggetti personali,

Bloomsbury ospita anche un altro interessante museo, forse poco conosciuto in Italia, il Petrie Museum di Archeologia Egizia. Gestito dall'Istituto di archeologia (parte della Università UCL), il museo contiene oltre 80.000 reperti storici dell'antico Egitto. L'importanza della sua collezione è pari a quella di grandi musei internazionali come il Museo del Cairo, il vicino British Museum e il Museo Egizio di Berlino.

Di grande importanza anche gli ospedali di Bloomsbury, all'avanguardia nella ricerca medica e scientifica. Si citano in particolare l'University College Hospitale e il Great Ormond Street Hospital. Un tempo a Bloomsbury era situato un famoso ospedale, edificato grazie al lavoro caritatevole dei suoi fondatori, primo tra tutti il Capitano Coram, era l'Ospedale di Foundling (come sopra accennato), il cui edificio venne demolito nel 1928.

Oggi in sua memoria, oltre al museo, è stato dedicato anche un grande parco giochi, il Coram's Fields, dove gli adulti possono entrare solo se accompagnati da bambini. I monumenti storici presenti si concentrano in particolare nell'architettura religiosa: la chiesa di St George, costruita da Nicholas Hawksmoor nel 1716, si presenta con una bella facciata in stile corinzio, composta da sei grandi colonne e da un campanile ricco di elementi simbolici, che alludono al famoso mausoleo di Alicarnasso (Bodrum, Turchia).

Splendida anche la chiesa di Cristo Re, del 1853, presente sulla Gordon Square, elencata come un monumento storico di Grade I listed building, per il suo stupendo stile in arte neogotica.

Sempre nella stessa piazza di Gordon Square, al numero 14, è situata la Dr Williams' Library, una biblioteca fondata nel 1716, specializzata in argomenti di carattere filosofico e teologico. Al numero 53 troviamo invece una rara collezione di ceramiche cinesi, è la Percival David Foundation of Chinese Art. Nella vostra esplorazione vi capiterà anche di visitare la sede del Warburg Institute, centro di ricerca dell'arte iconologica rinascimentale di fama mondiale.

La vicina Tavistock Square, costruita nel 1806 da Cubit è nota sfortunatamente anche per gli attentati terroristici del 7.07.2005. Qui troviamo una bella statua di Gandhi scolpita nel 1968 e la Woburn House, un tempo sede del Museo Ebraico (poi spostato ai numeri civici 129-131 della vicina Albert Square). Ad est della piazza di Russel Square è situata il piccola piazzetta di Queen Square, dove un tempo si trovava un noto Ospedale italiano, situato in un edificio rinascimentale di fine Novecento; il luogo era così chiamato dal nome del suo benefattore, l'italiano Gian Battista Ortelli.

Infine, una piccola curiosità: nella North Gover Street, andando in direzione Euston Road, è situata quella che un tempo è stata la semplice dimora di Giuseppe Mazzini. Erano quelli gli anni del suo esilio, tra il 1837 e il 1840, vissuti in povertà ma ricchi di attività; ricordiamo infatti la fondazione a Londra della Società di Mutuo Soccorso per gli artigiani italiani e la scuola di Hatton Garden.

Direzioni:

Metropolitana: Russell Square, Goodge Street Station, Holborn, Tottenham Court Road.

Non perdetevi la pagina: Cosa vedere a Londra: 150 attrazioni

 

Torna su


Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

 

 

 

Copyright © Londraweb.com