Andrew Lloyd Webber

Il re dei Musicals londinesi

 

 

Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra


 

Sei qui Informazioni su Londra Personaggi famosi Andrew Lloyd Webber

Andrew Lloyd Webber - Il re dei Musicals londinesi

Andrew Lloyd WebberAndrew Lloyd Webber ?probabilmente una leggenda vivente, il più celebre compositore teatrale contemporaneo di tutto il Regno Unito, e non solo. I suoi musical sono oggi famosi in tutto il mondo, tra i tanti (circa una quindicina) troviamo il mitico Jesus Christ Superstar, Evita, il bellissimo Cats (che fu uno dei musical di più lunga durata al mondo) e Il fantasma dell'opera, ancora oggi presentato nelle sale teatrali della capitale britannica per una durata, ad oggi, di 21 anni.

Cats - Uno dei musical pi?famosi di Andrew Lloyd WebberAndrew Lloyd Webber ?nato a Londra, 22 marzo 1948 ed era giè un predestinato. E' infatti figlio del compositore William Southcombe Lloyd Webber, e la madre una violinista e pianista di un certo livello, il fratello Julian Lloyd Webber è un violoncellista. Con uno svezzamento musicale fin da bambino, Lloyd Webber iniziòa comporre musica molto presto e pubblicè una suite di sei pezzi all'et?di nove anni. Inizi?molto presto anche a conoscere il mondo del teatro grazie ad una appassionata zia che faceva l'attrice e che lo portò a vedere numerosi spettacoli. Forse per non seguire subito pedissequamente la sua storia familiare, studi?per un certo periodo storia a Oxford, ma poi il richiamo della musica si fece via via più forte, abbandon?gli studi per dedicarsi alla sua grande passione per il teatro musicale.

Advertisement

Lloyd Webber si ?sposato per la prima volta nel 1972 con Sarah Hugill (imparentata con la famiglia Tudor) e da lei ebbe due figli. Il matrimonio fin?e la coppia divorzi?nel 1983 e il compositore si rispos?con la cantante e attrice Sarah Brightman l'anno successivo. Quest'ultima fu scelta come protagonista del suo musical The Phantom of the Opera nel 1986. Nel 1990 anche questo secondo matrimonio ? giunto al termine. La terza ?ultima moglie di Lloyd Webber ?Madeleine Gurdon, sposata nel 1991. Da quest'ultima relazione Lloyd Webber ha avuto tre figli.

La cultura britannica accoglie a braccia aperte questo geniale compositore che ha fatto la storia del teatro e dei musical inglesi. Tali sono gli onori da lui ricevuto durante la sua carriera (diversi Grammy Award, Tony Award, Oscar, Golden Globe, ecc) da essere stato nominato cavaliere (1992) e baronetto nel 1997 (Barone Lloyd-Webber of Sydmonton) dal sovrano inglese.

Ancora oggi egli rimane tra i 100 uomini più ricchi d'Inghilterra (87esimo), proprietario tra l'altro di diversi teatri famosi del West End londinese e della societàda lui fondata, Really Useful Group, importante compagnia di gestione teatrale a Londra e di un patrimonio complessivo di 700 milioni di sterline.

Forse non tutti sanno ma tra le canzoni famose che hanno fatto il giro di tutto il mondo troviamo in particolare le bellissime ?Memory? dal musical Cats (splendidamente interpretata tra le tante da Barbra Streisand), ?Don't Cry for Me Argentina? dal musical Evita e tante altre opere musicali, come la canzone che scrisse per l'adattamento cinematografico di Evita ?You must love me? che gli valse L'Oscar e un Golden Globe come ?miglior canzone originale nel 1996.

La sua fama ?di livello internazionale, tanto da essere presente con eguale peso nei due templi sacri del musical mondiale, Broadway a New York e il West End a Londra. La sua fama ?nota anche in altre ?venue? teatrali come quella italiana, spagnola e europea in genere.

Ricordiamo inoltre che Lloyd-Webber è un appassionato collezionista di arte preraffaelliana e possiede importanti opere d'arte, tra cui alcuni dei maggiori capolavori artistici dell'era vittoriana; nel 2003 la sua collezione fu oggetto della famosa mostra alla Royal Academy of Arts di Londra.


Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

Advertisement

 

 

 

Copyright © Londraweb.com