La Londra di Canaletto

 

|

Scrivici  Scrivici


Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra    Informazioni su Londra  Corsi di inglese    Lavoro a Londra   Hotel a Londra    Ostelli a Londra


 

Sei qui  Informazioni su Londra   La Londra di Canaletto

 

La Londra di Canaletto

 

Al pari di altre città famose come Parigi, Venezia e Roma, anche Londra ha offerto suggerimenti e ispirazioni artistiche a numerosi pittori europei. Tra gli italiani  si è distinto particolarmente il grande paesaggista  veneziano Giovanni Antonio Canal detto il Canaletto (Venezia 1697-1768). Quest'ultimo arrivò a Londra nel 1745 già famoso e affermato per la sua arte, e ci restò per dieci anni, trasferendo dalla laguna veneta alle rive del Tamigi quel suo particolare senso del paesaggio, tutta verità emotiva. Le sue rappresentazioni di Londra sono talmente vive da essere state per due secoli l'immagine stessa della città o il suo ricordo. Le sue vedute non sono immagini anonime. Il pittore attraverso le macchie di colore e attraverso la luce rende l'atmosfera della città e riesce a restituirci Londra così come fece con Venezia, oltre due secoli immobile nell'attimo esatto in cui il pittore l'aveva vista.  Qui abbiamo pensato di riprodurre un po' dei suoi capolavori che testimoniano la Londra della meta del 700.

 

Il  Canaletto, nonostante il suo tentativo di emergere, lavorò per diversi anni a basso prezzo per un mecenate inglese, Joseph Smith, da qui il legame con l'Inghilterra e la sua capitale.

Assicurò allo Smith quell'abbondante produzione che lo rese famoso tra gli acquirenti inglesi. Nel 1745, a causa della guerra di successione austriaca, il Canaletto, per non perdere i contatti con la ricca clientela inglese, si recò a Londra dove ebbe un'altra intensa produzione pittorica.

Per alcuni suoi studiosi,quel viaggio coincise con la sua decadenza. Alcuni suoi amatori rimasero delusi delle sue opere, ma non certo gli inglesi.

Verso i sessant'anni tornò definitivamente a Venezia,i tempi erano cambiati ed il vedutismo era  in declino. La conferma di questo avvenne quando,nel cercare l'ammissione all'Accademia delle Belle Arti,l e autorità lo respinsero per ben due volte, fino all'ammissione del 1765 con un quadro,il peggiore,che rinnegava le grandi conquiste di prospettiva atmosferica. Morì, il 20 aprile del 1768, nella contrada di San Leone.

 

 

 

Ritorna a Informazioni Essenziali su Londra

 

                                                   

 

 

Copyright © Londraweb.com

 

Alloggio, camere, appartamenti, alberghi, hotel, ostelli e soggiorni a Londra

>