Il torneo di Wimbledon

Londra UK  

Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra Canale Youtube di Londraweb.com


 

Sei qui   Visitare Londra  Cosa vedere a Londra Wimbledon Il torneo di Wimbledon

Il torneo di Wimbledon

Advertisement
LChampionships, Wimbledon, quella che in Italia conosciamo più semplicemente come Torneo di Wimbledon, è il torneo di tennis più antico e conosciuto del mondo, l'unico grande ad essere giocato su erba e il il più prestigioso del calendario annuale del Grande Slam di tennis. Si gioca a  Londra nel quartiere di Wimbledon (zona 3) da cui prende il nome.

 

Wimbledon LondraIl torneo è uno dei più rinomati nella storia dello sport mondiale e si caratterizza per osservare rigide tradizioni di protocollo, tutte molto 'british', come per esempio l'osservanza di un codice di abbigliamento per i concorrenti e per il reale patronato, l'assenza di sponsor lungo le tribune, lo stato di mantenimento e cura del manto d'erba, il protocollo di accesso alle tribune e all'acquisto dei biglietti, e non ultimo la tradizionale usanza da parte del pubblico di mangiare le fragoline del Kent imbevute nello champagne. Il quartiere dove ha luogo il torneo è inoltre uno dei più belli e ricchi della città, uno dei luoghi più verdi di Londra, con caratteristiche case in stile inglese, grandi spazi aperti e storici edifici. C'è chi ha la fortuna di abitare in questi posti e consigliamo di non perdere l'occasione se ci si ritrova a soggiornarci in vacanza, sia di piacere che di studio, perché assistere ad un torneo di tennis a Wimbledon è una di quelle cose da fare almeno una volta nella vita.

Wimbledon LondraMa cosa è e che storia ha il torneo più famoso del mondo? Quello di Wimbledon  è un torneo parte del Grande Slam di tennis, una serie di competizioni di livello internazionale organizzato dalle prime nazioni che fino al 1974 vinsero la Coppa Davis e comprende di suo quattro grandi tornei, tutti giocati nelle suddette nazioni (Australian Open giocato a metà gennaio in Australia, Roland Garros giocato tra maggio e giugno in Francia, il The Championships di Wimbledon giocato tra giugno e luglio in Inghilterra, e il US Open, anche conosciuto come Flushing Meadows, giocato tra agosto e settembre negli Stati Uniti), in ordine cronologico quello londinese è il terzo della stagione del Grande Slam.

Torneo di WimbledonIl torneo dura due settimane e si tiene tra la fine di giugno e la prima settimana di luglio, è l'unico tra quelli del Grand Slam ad essere giocato su erba. Viene organizzato in un complesso di regole e pratiche che ancora oggi caratterizzano il suo buon nome e la sua storia. Innanzi tutto abbiamo i cinque maggiori cosiddetti eventi: singolare maschile, singolare femminile, doppio maschile, doppio femminile e doppio misto; sono quindi presenti, un torneo junior (con altrettante categorie, tra singolare maschile e femminile e doppio), e i tornei ad invito, come per esempio quelli over45 e in carrozzina.

I campi in erba vengono chiamati 'grounds' e fanno parte dei cosiddetti 'courts', i campi di giocata. I campi di competizione sono 18 (tutti in erba), e si accompagnano ai campi usati per l'allenamento (22), più 8 American Clay (campi in terra battuta di tipo americano, terra verde) e 5 campi indoor. Il campo principale è la Centre Court, che solitamente ospita le finali e ha una capacità di 15.916 posti a sedere, fu inaugurata nel 1922 e rinnovata nel 2009 con una copertura  mobile creata per limitare eventuali problemi di pioggia. La N.1 Court è il secondo campo di Wimbledon ed ha una capacità di 11.360 spettatori. L'attuale corte ha sostituito la vecchia nel 1997, per il ridotto numero di spettatori che si limitava a contenere. Troviamo poi le altre corti, sempre numerate. I campi sono in uso da maggio a settembre (tranne la Centre Court e alcune altre, utilizzate solo per i campionati). Per il resto dell'anno tutto è sempre al lavoro, in preparazione del grande torneo.

Torneo di WimbledonL'erba nei campi di Wimbledon è incredibilmente curata e lo stato di salute del green tennistico più famoso del pianeta è oggetto di attenti studi e analisi, con controlli frequenti sullo stato di drenaggio. Il lavoro si concentra in particolare nei mesi di marzo, aprile e maggio, con una squadra di 16 giardinieri, dal 2012 capitanati dal Neil Stubley, capo della manutenzione, arrivato dopo i 20 anni di Eddie Seaward (soprannominato amichevolmente 'the grass Whiperer').  Dal 1995 l'erba viene tagliata a 8 mm di altezza, e attualmente presenta il 100% di un tipo di segale, loglio perenne (Lolium Perennial), mentre in precedenza si componeva del 70% di loglio e 30% di festuca perenne. Nel mese di settembre vengono seminati circa 9 tonnellate di semi, oggi con un ben più marcato rullaggio più pesante rispetto al passato, così da garantire una compattezza del terreno più decisa e rendere il tappeto meno scivoloso. Le disinfestazioni contro lumache, funghi ed erbacce sono continue, così i controlli e la manutenzione dopo la semina, l'irrigazione, la falciatura, la pressatura. Dopo il tracciamento delle righe e l'inizio del torneo continua il controllo del grado di usura del campo, la durezza della superficie e la capacità di rimbalzo della pallina.

Vediamo un po' di storia del Torneo di Wimbledon

Torneo di WimbledonLe origini del torneo si possono far risalire alle stesse origini del tennis, e cioè da quel tipico 'jeu de paume' del 1874, giocato e brevettato dal gallese Walter Clopton Wingfield, che ne stabiliva regole e giocata. Già prima, il 23 luglio del 1868, veniva fondato il All England Lawn Tennis and Croquet Club (abbreviato AELTC), la cui prima giocata avvenne per l'appunto in quel di Worple Road nel quartiere di Wimbledon (*il croquet era molto in uso in passato, un giocata simile all'antica pallamaglio napoletana, da cui prende origine e dalle cui regole oggi derivano altri giochi popolari, come il biliardo e il golf).  Inizialmente un evento amatoriale che occupava le giornate estive di alcuni amici e gentiluomini inglesi, il gioco è diventato di gran lunga uno degli eventi sportivi più importanti del mondo. Il Club venne infatti fondato da sei signori nel 23 Luglio 1868 al culmine di una partita di croquet. Oggi lo stesso club ha come patrona la giovane Kate Middletton, moglie del Principe William (Catherine, Duchessa di Cambridge), e come presidente il duca di Kent Edward, cugino di primo grado della regina Elisabetta II. Il club del All England Lawn è ancora oggi l'organizzatore del torneo di Wimbledon che tutti conosciamo. Wingfield chiamò originariamente il suo gioco 'sphairistikè' e a Wimbledon il primo torneo venne giocato il 9 luglio 1877, come Gentlemen's Single's (giocata singola), al Lawn Tennis (sull'erba per l'appunto), con 22 partecipanti. Il vincitore fu Spencer Gore, alla cui partita finale assistettero circa 200 spettatori paganti (costo del biglietto: 1 scellino).

Torneo di WimbledonCon il passare degli anni il torneo assunse maggiore portata, di giocatori e di pubblico. Nel 1879 per la prima volta si disputarono gare di doppio maschile (ma non a Wimbledon, bensì ad Oxford e così fu fino al 1884). Alcuni i nomi che segnarono il torneo nei primi anni della sua storia: i fratelli gemelli William Renshaw e Ernest Renshaw, il primo con i suoi 12 titoli vinti, di cui sette nel gentlemen's single (record che verrà raggiunto solo recentemente, da Sampras e Federer); qualche anno dopo ancora due fratelli, Reginald Frank Doherty, che vinse il torneo nel 1897, 1898, 1899 e 1900,  e Lawrence Doherty con le sue cinque vincite tra il 1902 e il 1906. Il primo non britannico a vincere il Torneo di Wimbledon fu Norman Brookes, nel 1907 (che aveva anche conquistato il secondo posto in finale due anni prima). Il torneo di Wimbledon fu aperto alle donne solo nel 1884, considerando che nello stesso anno in Irlanda, May Langrishe di soli 14 anni, diventò la prima donna a vincere un torneo di tennis femminile. A Wimbledon il torneo fu vinto da Maud Watson contro la sorella Lilian Watson .

Tra il primo dopoguerra e il secondo – a parte la pausa del secondo conflitto mondiale, che portò allo stop del torneo – i nomi da non dimenticare sono quelli dell'australiano Gerald Patterson e il suo connazionale Brooke Norman per il maschile, Suzanne Lenglen che vinse l'edizione 1919 a soli 15 anni, per il femminile, e i cosiddetti Quattro moschettieri: formata da René Lacoste (di cui oggi ben conosciamo i capi firmati), Jacques Brugnon, Henri Cochet e Jean Borotra.

Torneo di WimbledonLa popolarità del torneo andava aumentando, tanto che fu necessario il trasferimento della competizione in un area più grande, e fu così che per volontà del re Giorgio si scelse la sede di Church Road. La svolta si ebbe nel secondo dopoguerra, quando Wimbledon segnò l'inizio del professionismo nel tennis. Jack Kramer, nel 1947, creò un gruppo di tennisti pagati per la propria professione, i quali andavano affiancandosi ad un ramo di tennisti dilettanti. Nella seconda metà del secolo scorso, 1952 iniza il periodo dei tennisti australiani, le cui vittorie dominarono Wimbledon e il tennis mondiale fino al 1972, con la vittoria nel mezzo dello spagnolo Manuel Santan (1966).  Successivamente fu la volta degli Stati Uniti d'America, con Stan Smith, Jimmy Connors e Arthur Ashe e tra il 1976 ed il 1980, il ben noto Björn Borg, svedese, il quale vinse cinque titoli consecutivi a Wimbledon (con i sei titoli vinti al Roland Garros, Borg è stato il primo professionista maschile a vincere 11 titoli del Grande Slam). Gli anni '80 dello scorso secolo furono anche i tempi dello statunitense John McEnroe, che vinse Wimbledon nel 1981 e nel 1983, nel 1984 e ancor prima, di Jimmy Connors, che vinse Wimbledon nel 1974 e quindi nel 1982,  proprio contro McEnroe (il quale si rifarà poi contro di lui nel 1984).

Nel 1978, la giocatrice cecoslovacca Martina Navrátilová diede inizio al suo dominio nel torneo di Wimbledon. Mentre bisognerà attendere la fine degli anni '80 per assistere alla nascita di una nuova generazione di tennisti, con il tedesco Boris Becker, che vincerà Wimbledon a soli 17 anni nel 1985: a lui andranno tre vittorie, oltre alla prima, anche nel 1986 e nel 1989. Nel 1992 il torneo viene vinto da Andre Agassi, statunitense, il quale si aggiudica in carriera un totale di 60 titoli. Per le donne, nel 1988 è la volta di Steffi Graf (oggi consorte di Agassi) e che in gran finale batte l'esperta Navratilova. Dal 1993 al 2000 lo statunitense Pete Sampras si porterà a casa 7 titoli Wimbledon (con pausa nel 1996, vinta dall'olandese Richard Krajicek).

Storica finale tra Nadal e FedererAi tempi più recenti, rimane la ormai storica finale tra Nadal e Federer, svizzero, vinta dal primo 9 - 7 al quinto set, in quasi 5 ore (per l'esattezza 4 ore 48). Tutti incollati a guardare la partita, anche chi di tennis poco ne sa. I due entrano nel firmamento dei più grandi del tennis, Rafael Nadal con 69 vittorie, di cui 2 a Wimbledon (2008 e 2010 in singolo e 2005 in doppio, e si guadagnerà nel frattempo ben nove titoli al Roland Garros), mentre Roger Federer con i suoi 91 titoli (di cui 18 Grand Slam) + 8 in doppio, continua ad essere il re di Wimbledon, con 7 titoli vinti in singolo (2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2009, 2012) e viene spesso indicato come il più grande giocatore di tennis di tutti i tempi (al primo posto, della lista ATP dal 2002 al 2016, al quarto nel 2017 a 35 anni) e nel 2017 conclude la vittoria contro lo stesso Nadal nella finale del Torneo Australian Open.

Serena WilliamsPer le donne, gli anni più recenti si caratterizzano per le statunitensi Venus e Serena Williams, con alle spalle sette titoli Wimbledon vinti per Serena (2002, 2003, 2009, 2010, 2012, 2015, 2016) e cinque per Venus (2000, 2001, 2005, 2007, 2008), più 6 vittorie con il doppio (le sorelle si sono trovate in finale a Wimbledon l'una di fronte all'altra per ben quattro volte). In totale Serena porta a casa 72 titoli in singolo e 23 in doppio, mentre Venus 49 in singolo e 22 in doppio.

Negli anni presenti, il serbo Novak ?oković conquista la vittoria nel 2011, 2014 e 2015, mentre  il britannico Andy Murray (Sir dal 2012 per i meriti conquistati nel tennis), vince il torneo nel 2013 e nel 2016 (quest'ultimo anno battendo il canadese Milso Raonic), ed è al momento il tennista n. 1 nella classifica ATP.

Stili e tradizioni al Torneo di Wimbledon

Wimbledon è molto di più di un torneo di Tennis. Lo spirito fortemente aristocratico e tradizionalista emerge ancora oggi, e innalza il torneo ad uno vero e proprio stile tutto britannico e per questo riconoscibile in quanto tale. Gli atleti, per esempio, sono obbligati ad indossare una tenuta rigorosamente bianca, mentre i colori simbolo – il verde e il viola – sono presenti un po' ovunque, dai fiori agli impianti; il giudice di sedia continua a chiamare i giocatori “gentleman? e le giocatrici sono chiamate “Miss? o “Mrs?. E che dire dell'usanza tra il pubblico di mangiare delle fragoline? Queste sono rigorosamente del Kent, vengono immerse nello champagne o nel Pimm, un cocktail a base di gin, limonata e frutta (è stato calcolato un consumo medio di ventisette tonnellate di fragole, dodicimila bottiglie di champagne e ottantamila bicchieri di Pimm ogni anno).

Come ottenere i biglietti di accesso al Torneo di Wimbledon

Fila per i biglietti al torneo di WimbledomAccedere al torneo di Wimbledon non è facile. I biglietti arrivano presto ad essere completamente sold out. Esistono quattro modi per ottenere i biglietti a Wimbledon: tramite Ballot, la Queue, tramite due specifiche agenzie (Keith Prowse e Sportsworld) e tramite il cosiddetto Ticketmaster.

Il Ballot (estrazione) è stato introdotto nel 1924 e non dà diritto automaticamente ai candidati di acquisire un biglietto per Wimbledon, ma ad avere un posto nel sorteggio dei biglietti. Non è possibile richiedere biglietti per giorni o campi specifici, in quanto il processo di selezione è computerizzato.

La Queue altro non è che 'fare la fila' e farla a Wimbledon vuol dire anche letteralmente 'accamparsi' davanti all'entrata dal giorno prima per cercare di assicurarsi il biglietto (i biglietti sono venduti esclusivamente sulla base della fila e il pagamento è esclusivamente in contanti (i prezzi dei biglietti vanno da £56 sterline il primo giorno alla Centre Court a poco meno di £200 sterline per la finale della Centre Court.

Le agenzie di acquisto biglietti sono il tour operator Keith Prowse e la Sportsworld, nel campo dell'ospitalità.

Infine, il Ticketmaster è l'unico agente autorizzato alla vendita dei biglietti online.

Per noi altri comuni mortali ci si può accontentare del Wimbledon Lawn Tennis Museum, inaugurato nel 2006 (aspettatevi un po' di gente, come è normale che sia in questo regno dello sport).

Per gli aggiornamenti costanti dei campi di tennis di Wimbledon, perché non seguire l'account twitter del capo giardiniere (eccolo in link Wimbledon twitter).

Come arrivare ai torneo di Wimbledon

Le stazioni della metropolitana più vicine al Torneo di Wimbledon è Southfields (15 minuti a piedi o 5 minuti sul bus 493 diretto verso St George Hospital) e Wimbledon (20 minuti a piedi o 10 minuti sul bus 493 diretto verso Richmond, e Manor Circus). Il TFL (transport for London)  offre al viaggiare un servizio completo con uso di treno, metropolitana, tram e autobus da ogni parte di Londra e del Regno Unito.

Durante i campionati, troviamo un servizio di bus navetta che parte dalla stazione di Wimbledon e va direttamente al All England Club. In alternativa, si può camminare o prendere un taxi.

Esiste anche un regolare servizio di treni da Londra – Waterloo alla stazione di Wimbledon.  Per maggiori informazioni, consigliamo di visitare il sito ufficiale Transport For London (qui in link).

 

Non perdetevi la pagina: Cosa vedere a Londra: 150 attrazioni

 

Torna su


Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

Advertisement

 

 

 

Copyright © Londraweb.com