Speaker's Corner

Londra UK  

Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra Canale Youtube di Londraweb.com


 

Sei qui   Visitare Londra  Cosa vedere a Londra

Speaker's corner

Speaker's Corner - Hyde Park - LondraLa domenica mattina, mentre da Marble Arch vi recate ad Hyde Park, uno dei più noti parchi reali di Londra, non stupitevi di sentire qualcuno che alle vostre spalle, solitario, parlare freneticamente a un piccolo pubblico. Ma che avr?da dire? Vi chiederete. Sarete capitati nel famoso Speakers' Corner di Hyde Park. Un istituzione britannica. L'angolo degli oratori è un tradizionale luogo dove una persona può tenere discorsi e dibattiti su un qualsiasi argomento. Nonostante gli Speakers Corner esistenti al mondo siano ormai numerosi, l'originale e il più celebre in assoluto rimane quello di Hyde Park. Nella stessa Londra ne esistono altri, quelli del parco di Kennington, del parco di Clapham Common, di Finsbury Park e di Victoria Park.

La storia dell'originale risale alla seconda met?dell'Ottocento quando nel 1855 a causa della protesta contro la legge che proibiva l'apertura domenicale delle attività commerciali (Sunday Trading Bill), i manifestanti iniziarono ad esternare le proprie convinzioni in un punto preciso di Hyde Park. Il punto autorizzato era quello posto all'incrocio tra Park Lane e la Cumberland Gate. L'usanza non era tuttavia del tutto nuova, ma proveniva da quella che i condannati al patibolo usavano fare per dichiarare la propria innocenza o per un ultimo appello.

Advertisement

La tradizione continua fin da allora e ancora oggi Hyde Park ?considerato un luogo di incontro di tutte le manifestazioni di protesta democratiche, pacifiste, ecologiche o di carattere sociale. La libert?di parola, 'the right to speak' era giàda tempo uno dei principi e diritti fondamentali della societàbritannica. Tuttavia, ?bene non dare credito alle leggende urbane che vogliono una completa immunit?legislativa a ci?che viene detto nello Speakers' Corner, la polizia infatti ha il potere d'intervento nel caso in cui l'orazione sia contraria all'ordine e alla decenza pubblica. Tra gli oratori di questo piccolo pezzetto di terra, ci furono coloro che venivano chiamati 'Soapbox orators' e cio?coloro che per farsi meglio ascoltare, usavano salire su delle casse usate per il trasporto del sapone (soap). Al loro posto oggi vengono usate delle sedie o degli scalei più pratici.

Nel 1872 veniva promulgata la legge che Parks regulation Act che dava l'autorità ai responsabili della gestione del parco di autorizzare pubblici dibattiti; da qui la lunga tradizione di Hyde Park di ospitare le più grandi manifestazioni democratiche della storia della città

Il diritto di parola venne qui esercitato anche da grandi uomini di cultura come Carl Marx e George Orwell il famoso autore del satirico La fattoria degli animali, o anche del giovane Lenin, durante i primi anni del Novecento. Nell'Ottocento inglese il luogo era anche conosciuto come 'Angolo dei socialisti' perché luogo di tale espressione politica; vi tennero dibattito pubblico Lord Donald Soper, sacerdote metodista ma anche socialista e pacifista, noto per le sue campagne contro il nucleare. Oggi la sua tradizione ? spesso seguita dai membri del SPGB, un piccolo partito socialista inglese il cui nome per esteso ?Socialist Party of Great Britain.

Tra gli oratori meno noti vogliamo qui citare Frank Germek, scomparso nel 2006 all'et?di 77 anni. Costui era un semplice uomo di idee socialiste, non legato ad alcuna organizzazione politica in modo attivo e conosciuto per le sue notevoli capacità oratorie. Durante le sue orazioni, tra gli altri, amava spesso raccontare un episodio a cui aveva assistito in Italia negli anni sessanta: un'accesa dimostrazione tra fascisti e comunisti spontaneamente creatasi per strada, venne interrotta dal passaggio di alcune belle ragazze che subito catturarono l'attenzione dei presenti. Ambedue le fazioni politiche incominciarono a cambiare il contenuto delle proprie parole che si trasformarono in fischi di consenso verso le ragazze. A questo proposito Germek usava commentare l'episodio con la frase ?...pazzo mondo, l'umanit?è senza speranza? (It's a mad world, mankind is hopeless).

Non perdetevi un assaggio di una pura tradizione londinese come quella dello Speakers' Corner, magari anche voi potreste avere qualcosa da dire al mondo che passa. Isn't it?

Torna su



Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

Advertisement

 

 

 

Copyright © Londraweb.com