Museum of London

 

Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra


 

sei qui   Arte a Londra Musei di Londra Cosa vedere a Londra 

Museum of London

Museum of LondonNon allontano dal Barbican Center, tra il London Wall e la Aldersgate, è situata forse una delle attrazioni meno conosciute di Londra, il Museum of London. Sarà perché è un po' fuori dal circuito turistico del centro o perchè poco pubblicizzata, ma sta di fatto che questo museo è uno dei primi da inserire nell'elenco dei luoghi da visitare a Londra.

Di recente costruzione, venne inaugurato nel 1976 come parte della Barbican Estate. La collezione a quel tempo apparteneva alla Corporazione del Guidhall, l'antico municipio della City, mentre l'edificio venne progettato dagli architetti Philip Powell e Hidalgo Moya.

Strutturalmente si presenta organizzato in diverse gallerie, alcune delle quali sono al momento sotto ristrutturazione in vista delle Olimpiadi del 2012. Le gallerie sono organizzate su base cronologica, contenenti reperti originali di grande valore archeologico e storico. É qui che viene esibita nel suo complesso, e in un unico luogo, la storia di Londra. Si pensi che le sezioni nelle quali vengono divisi gli avvenimenti storici della capitale raccolgono un totale di oltre un milione di reperti, uno dei più grandi musei del mondo.

Al primo piano si ammira la Londra di un tempo, quella della preistoria, dove trovano posto reperti dell'età mesolitica e dell'età del ferro, ritrovati lungo il fiume Tamigi. Nello stesso piano, troviamo anche la sala del periodo romano: incredibile vedere come Londra poteva essere nel II secolo d.C. Di particolare utilità si sono dimostrati a tale proposito gli scavi archeologici della zona di Southwark: affreschi, vasellame, ceramiche, monete, vetri e ancora busti e statue, tutti parte dell'antico Castrum di Londinium. In totale solo in questa sala sono presenti circa 47.000 reperti.

La Londra dei Sassoni e dei Normanni, quella che probabilmente ha segnato le sorti future della città, la si ammira nelle sale successive alle prime due. Vengono qui rappresentati oltre sei secoli di storia (V-XI secolo). Del periodo sassone e vichingo si ammirano minacciose armi da guerra, lunghi coltelli sassoni, fibule e spade, asce vichinghe o ancora preziosi abiti dell'epoca, ceramiche e monete o attrezzi artigianali di uso quotidiano.

La sala 7, immediatamente dopo, ci racconta dello sviluppo medievale della città, in particolare attraverso i modelli dell'antico insediamento urbano e i frammenti della Eleonor Cross (la Croce di Eleonora), una delle croci monumentali erette nel XIII secolo da parte di Edoardo I in onore di Eleonora di Castiglia. Quella del London Museum è la croce di Westcheap (l'antico quartiere di Cheapside).

Le successive epoche storiche, quelle che hanno lasciato un impronta indelebile sulla città, l'epoca Tudor e l'epoca Stuart, sono in mostra nelle sale 8 e 9. Nella prima, si ammira tra ceramiche e abiti dell'epoca, il tesoro dei gioielli di Cheapside Hoard, nascosto per tre lunghi secoli e ritrovato nel 1912, sempre a Cheapside. Dell'epoca Stuart troviamo preziosi reperti come l'armatura di Dymoke Armour e oggetti ornamentali di grande valore. Nella sala 11 è in mostra l'ultimo periodo Stuart con argenti, costumi e i decorativi pannelli lignei.

Queste ultime mostre permanenti presentano dettagli importanti della storia sociale di Londra tra il XVI e il XVII secolo: non solo gioielli del periodo elisabettiano e giacobino, costumi e accessori; in particolare si ha modo di rivivere gli avvenimenti più significatici della città, come il grande incendio del 1666.

Nelle successive sale si va avanti con la Londra georgiana dove si ammirano in particolare le porcellane di Chelsea e di Lambeth; la Londra dell'Ottocento, maestosamente rappresentata nella vita sociale, lavorativa e famigliare; la Londra imperiale attraverso la storia dei personaggi e degli avvenimenti più rappresentativi; infine la Londra degli ultimi due secoli, quella del Novecento, nella sala 15, con le prime fotografie della città, i trasporti e le auto d'epoca e la sala della Carrozza del Sindaco (the Lord Mayor Coach), senza dubbio la più visitata. Altre sale a tema completano le collezioni sopra descritte.

Fanno parte del Museo di Londra anche alcune sezione di recente inaugurazione: il Museo delle Docklands, aperto nel 2003, che offre un interessante spaccato sulla storia del porto di Londra, dai romani ai giorni nostri (di particolare interesse storico e sociale è nel suo contesto la sala sul commercio transatlantico degli schiavi) e il Servizio Archeologico del Museo di Londra, spesso riferito come MoLAS (importante dipartimento di studi e ricerche del settore).

Non mancate la visita del Museum of London, qui si inizia veramente a capire come e quanto la città possa essersi sviluppata in quella grande metropoli che è oggi. Per apprendere il perché di tale gloria, che dall'antichità è stata portata avanti per secoli a venire.

 

Direzioni:

 

Museum of London

London Wall

Londra EC2Y 5HN,

Tel. +44 020 0870 444 3851

 

Entrate: Aldersgate Street, London Wall e St Martins-le-Grand.

Metropolitana: Barbican, St Paul's, Morgate.

Bus: 4, 8, 25, 56, 100, 25, 172, 242 e 521

Torna su

 |

 

 

 

 

Copyright © Londraweb.com

 
 
>