Cosa vedere a Edimburgo

Edimburgo

 

Google

 

             Scrivici  Scrivici


 

Cosa vedere a Edimburgo

Per conoscere una città a fondo non basterebbe una vita. Edimburgo ?considerata una città a misura d'uomo, quindi un buon consiglio di munirsi di pazienza e cercare di visitarla a piedi. Facendo tappe nei tanti luoghi di interesse non bisogner?per forza essere dei maratoneti.

La Royal Mill attraversa la città vecchia, un intrico di vicoli su cui affacciano edifici storici, collegando il Castello di Edimburgo al Palazzo di Holyroodhouse. Lungo la strada, che proseguendo assume diversi nomi, s'incontrano lo Scotch Whisky Heritage Centre, la Gladstone's Land, abitazione seicentesca eccellentemente restaurata, la St. Giles Cathedral (XIV secolo), la più importante chiesa cittadina che conserva il portale dell'edificio normanno sul quale è stata costruita, e il seicentesco Parlamento, dove prima dell'annessione alla Gran Bretagna si riuniva il parlamento scozzese. Il Palazzo di Holyroodhouse è la residenza scozzese ufficiale della regina Elisabetta. Cominciato nel XVI secolo per volere di Giacomo IV, si sviluppa su due piani; al primo si trovano gli appartamenti storici, visitabili quando non vi risiede la famiglia reale. Tra questi, tutti splendidamente arredati, si segnalano la Picture Gallery, che espone i ritratti dei re scozzesi, e i Darnley's Apartments. Vicino al palazzo si trovano i resti dell'antica abbazia e si stende l'Holyrood Park, giàriserva di caccia reale, dove dall'Arthur's Seat si apre un vasto panorama su Edimburgo. Fin dal Medioevo l'animato e pittoresco Grassmarket rappresenta il cuore commerciale della città ancora oggi nelle sue vie e su White Hart Inn, la piazza principale, si tiene il mercato settimanale. Nel Grassmarket si trova il cimitero più antico di Edimburgo, quello della seicentesca Greyfrias Church, dove sono sepolti celebri personaggi scozzesi. La strada principale della città nuova, collegata alla parte vecchia dal North Bridge che scavalca la Waverley Station, ?Princes Street, frequentata per lo shopping. Lungo di essa sorgono gli alberghi e i ristoranti più prestigiosi, eleganti negozi e grandi magazzini, curatissimi giardini. Nei Giardini della Princes Street si trovano l'edificio neoclassico della Royal Scottish Academy, lo Scott Monument e la National Gallery of Scotland. Un altro importante museo è la National Museum of Antiquities, che tra i numerosi reperti neolitici, dei Pitti e romani espone la Hunsterton Brooch (VIII secolo a.C.), un'opera di oreficeria celtica, e il tesoro romano di Traprain (V secolo a.C.); da ammirare anche la collezione di costumi scozzesi. Sulla Charlotte Square sorge la Georgian House (1791), considerata il capolavoro dell'architetto R. Adam.  All'estremit?settentrionale della città si sviluppano i Royal Garden, con serre per la coltivazione di piante tropicali, e a quella occidentale la vasta area verde di Calton Hill, dove sono raccolti la Royal High School, fondata nel XIII secolo e frequentata dal romanziere W. Scoot, e diversi monumenti, quali la statua di Nelson e il National Monument (1816), eretto in ricordo dei caduti della battaglia di Waterloo.

La vera perla della Scozia, l'aristocratica Edimburgo, a nostro avviso una delle 5 città più belle del mondo.  Il suo retaggio storico ?testimoniato dagli antichi edifici che occupano tutta l'area centrale, stupende case del '500 e monumentali capolavori georgiani e vittoriani. Sono almeno 16 mila gli edifici considerati importanti sotto l'aspetto storico o architettonico, tanto che l'intera città è stata dichiarata Patrimonio mondiale dell'umanit dall'Unesco. Lo scorso dicembre un pauroso incendio partito da La Belle Angele, una delle discoteche più "in" dell'animata zona tra Cowgate e Lawnmarket, ha danneggiato molti edifici storici, compresa la prestigiosa Adam House, causando danni per milioni di sterline. Ma il disastro non ha messo in ginocchio la città gli abitanti si sono rimboccati le maniche e hanno fatto rinascere quel quartiere a tempo di record: ora ?ridiventato uno dei punti focali della nightlife locale. Insomma, Edimburgo non ci pensa proprio a deporre il suo scettro e continua ad attirare frotte di giovani da tutto il mondo, specie in agosto, quando diventa la città dei festival.
Naturalmente Edimburgo o anche altre città come Glasgow sono solo un aspetto della Scozia. Poi ci sono gli enormi spazi verdi, i laghi, le montagne, le isole e i... miti. Come quello del timido Nessie, un mostro acquatico che vivrebbe nelle acque profonde e scure di Loch Ness. Ormai stato dimostrato che Nessie non esiste, n??mai esistito. Persino il fotografo che nel 1934 realizzè la celebre immagine che ha alimentato la leggenda per quasi 70 anni ha ammesso che si trattava di un fotomontaggio. Eppure c'?chi non vuole arrendersi davanti alla realtà Pazienza per chi abita attorno a Loch Ness, che su questa storia ha costruito un grande business. Ma gli altri preferiscono continuare a crederci perché in fondo, le favole aiutano a vivere meglio.
A proposito di Harry, lo sapevate che qualsiasi "babbano" può salire sul treno che porta i giovani maghi a Hogwarts? Si chiama The Jacobite e parte tutti i giorni alle 10,20 da Fort William. Dopo aver superato lo storico viadotto di Glenfinnan (proprio quello che si vede nel film), con una vista mozzafiato su Loch Shiel, raggiunge Mallaig. Poi torna a Fort William. Il viaggio di andata e ritorno in seconda classe costa 24 sterline.

 

 

 

 

 

Copyright © Londraweb.com

 
 
>