Bramah Museum a Londra

 

Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra Canale Youtube di Londraweb.com


 

Sei qui  Cosa vedere a Londra    Arte a Londra

Il Bramah Museum a Londra

 

Update: il museo è attualmente chiuso.

 

Il Bramah Museum è un museo che tutti coloro in visita a Londra non dovrebbero mancare: il primo museo al mondo dedicato interamente alle origini del Tè e del Caffè. Non è difficile trovarlo, tra la colorata vivacità del mercato di Borough Market, il solenne silenzio della Cattedrale di Southwark ed il divertimento dello storico teatro di Shakespeare, il Globe Theatre. Da quando è stato trasferito dal Butler's Wharf, la banchina del Tamigi ad est del Tower Bridge (verso Bermondsey), i pungenti aromi delle bevande più usate nel mondo aleggiano immancabilmente nell'area più alla moda della città.

Il museo venne aperto nel 1992 dal compianto Edward Bramah e racconta la storia commerciale e sociale del tè e del caffè nel corso degli ultimi 400 anni (dal 1650 al 1950). La storia del Tè inglese ha lo scopo di ricreare l'atmosfera tipica della Londra vittoriana e di ricondurre i visitatori, soprattutto quelli internazionali, al culto di una tradizione ancora oggi molto presente in Inghilterra. Con la mostra dedicata alla storia del caffè vengono spiegate le proprietà ed il metodo di tostatura inglese, ben differente da quello in uso attualmente.

Il Bramah Tea and Coffee Musem è legato anche ai Kew Gardens, attraverso Sir Joseph Banks, colui che durante l'imperialismo coloniale consigliò la coltivazione del tè in India. Le ceramiche esposte al museo, la lavorazione dei metalli e la grafica, servono tutte a ricordare che attendere cinque minuti per la giusta infusione è fondamentale nel tradizionale 'Afternoon Tea'. La padrona di casa potrà così intrattenere i suoi ospiti nel migliore dei modi. Nel periodo coloniale la Gran Bretagna basava la sua economia sul commercio del tè e del caffè tra Europa e Cina, Africa, India e Ceylon (oggi Sri Lanka). Una delle società di navigazione più famose, la Compagnia delle Indie Orientali, scaricava il suo carico nel porto di Londra e non era raro vedere navi a vela, le famose Clipper (come il Cutty Sark di Greenwich ricorda) ormeggiate vicino al London Bridge. Le aste del tè erano svolte a nord del fiume, ma questa parte di Londra, quella tra il London Bridge ed il Tower Bridge, vantava molti prestigiosi magazzini, il Butler's Wharf era per l'appunto uno di questi ed ospitava ciò che è stato reputato il più grande magazzino di tè nel mondo.

Edward Bramah, iniziò la sua carriera nel 1950, nel Malawi, in Africa, raccogliendo tè e vasi antichi di caffè, sicuramente una cosa tipicamente inglese da fare. Ha scritto anche dei libri sul tema “Novelty teapots, five hundred years of art & design? (Teiere, cinquecento anni d'arte e design), e “Coffee Markers? (Macchine da Caffè). Il 1999 ha visto la fine delle aste del tè a Londra, il Museo Bramah rimane pertanto uno degli ultimi anelli della 'Via del tè' tra Europa e Asia. Il signor Bramah raccontava che la storia del tè in Inghilterra abbia avuto inizio intorno al 1620, periodo nel quale veniva comprato in quelle che erano le antiche farmacie come una bevanda salutare. Le profumate foglie si profusero poi tra i meandri dei 'Tea Gardens' dell'antica Londra fino all'avvento della Rivoluzione Industriale, per proseguire nel periodo delle Guerre dell'Oppio del 1800. Tralasciando il razionamento del tè durante gli anni della seconda guerra mondiale, si arriva al 1955. L'avvento della televisione e della pubblicità commerciale ha contribuito a promuovere il tè e ha visto l'arrivo della versione veloce delle infusione con i sacchetti.

Durante la visita, nella 'tea room' c'è anche la possibilità di bere del tè e del caffè preparati con i metodo tradizionale Bramah. Nel teashop, il negozio, è inoltre possibile acquistare ottime qualità di entrambe le bevande. La Sala da tè serve una serie di tè indiani e cinesi ad un prezzo accessibile di £1,50. Vi è inoltre la possibilità di degustazione, con una seconda o terza infusione. In effetti, il tè del museo Bramah è descritto come il migliore tè di Londra. Non vi rimane altro che assaggiare le numerose varietà di tè: Ceylon, Assam, Darjeeling, Earl Grey, Keemum, Lap Sang Souchong, Rose Congou e i vari tè verde dal Giappone come il Senchas.

La sezione caffè del museo racconta l'arrivo del caffè nel Regno Unito, le differenze di terreno e e i vari metodi di tostatura, le aree di coltivazione, metodi di raccolta, produzione e distribuzione. Sono inoltre disponibili dei seminari speciali, che includono un tour personalizzato del museo, una discussione sulla storia del tè in Gran Bretagna, un breve video sulla produzione del tè, e naturalmente, un tè pomeridiano all'inglese!

Ss vi interessa conoscere l'importanza storica del tè per gli inglesi ed il rito del Tè, consultate le pagine: Il tè per Londra e per gli inglesi e   La tradizione del Tè delle cinque a Londra.

Informazioni
Bramah's Museum of Tea and Coffee
40 Southwark Street
London
SE1 1UN

Metropolitana più vicina: London Bridge.

Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00.

e-mail: e.bramah@virgin.net

Non perdetevi la pagina: Cosa vedere a Londra: 150 attrazioni

 

Torna su

Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

 

 

 

Copyright © Londraweb.com